Salva I Ciclisti

città a misura di bicicletta

Salva I Ciclisti - città a misura di bicicletta

15 giugno 2014 Assemblea nazionale

Il prossimo fine settimana Roma non accoglierà solo la prima festa dei ciclisti urbani e la manifestazione nazionale #30eLode ma anche l’assemblea che porterà avanti il processo iniziato a Bologna il 9 febbraio scorso. Il luogo che ospiterà questo importante momento di partecipazione possiede un alto valore storico e culturale. Siamo onorati di annunciare che l’assemblea si svolgerà presso il Teatro Valle Occupato.

L’assemblea avrà inizio alle 11:00 e terminerà prima delle 18:00.

Invitiamo chiunque sia intenzionato a partecipare ad inviarci una mail ad info@salvaiciclisti.it confermando la propria partecipazione e l’eventuale gruppo locale/organizzazione rappresentata.


14 Giugno 2014: #30eLode

La nostra richiesta di abbassare il limite di velocità nelle aree urbane risale al manifesto in 8 punti del febbraio 2012. Abbiamo ribadito l’importanza di questo cambiamento nella grande manifestazione nazionale del 28 aprile 2012.

Il 3 settembre 2012 abbiamo lanciato una petizione online che ha raccolto migliaia di adesioni.

Il 4 maggio 2013 abbiamo dimostrato che la richiesta non veniva solo da chi si sposta abitualmente in bicicletta ma da una platea ben più vasta di utenti della mobilità nuova.

La nostra proposta è arrivata in Parlamento e sui banchi del Governo. Al Ministero dei Trasporti si discutono le modifiche che abbiamo chiesto di introdurre nel Codice della Strada ma la loro approvazione definitiva sembra molto più lenta del nostro desiderio di cambiamento.

Perciò abbiamo deciso insieme alla Rete Mobilità Nuova di tornare in strada e di farlo a Roma il 14 Giugno 2014 alle 15:00 in Piazza del Popolo nella giornata della prima festa nazionale dei ciclisti urbani #VeloLove.

 

Aiutaci a diffondere la notizia! Stampa i volatini e le locadine e diffondili nella tua città. Parla della manifestazione su Twitter e Facebook utilizzando gli hashtag #140614 #30eLode #VeloLove.


Dove siamo rimasti: il ballottaggio

Il 25 marzo scorso abbiamo invitato i gruppi locali a dare il proprio contributo alla scelta del nome del nuovo soggetto e alla raccolta delle sottoscrizioni necessarie per sostenere le spese di costituzione. Alcuni gruppi hanno organizzato un cicloaperitivo, altri un AperiBicycle ed altri ancora assemblee. Il risultato è che dei sessanta nomi raccolti tramite il concorso di idee ne sono rimasti solo cinque. Dato che gran parte della partecipazione che ha alimentato e fatto crescere Salvaiciclisti è arrivata dai social network proprio lì siamo tornati per il ballottaggio del nome. Partecipare è molto semplice. Sulla pagina Facebook #Salvaiciclisti è stato creato un evento per il ballottaggio. Partecipando all’evento sarà possibile votare il nome preferito con un semplice click. La votazione è aperta a tutti. L’indicazione che verrà fuori da questo ballottaggio sarà determinante per la scelta del nome fermo restando che il nome potrebbe essere preceduto o seguito da ulteriori parole che serviranno a precisare la natura della struttura.

Il gruppo locale di Roma si è offerto di ospitare l’assemblea costitutiva del nuovo soggetto proprio nella Capitale il 15 giugno 2014. Ma non ci limiteremo a questo perché insieme alla Rete della Mobilità Nuova stiamo costruendo una nuova manifestazione nazionale per il giorno precedente all’interno di una grande festa dedicata alla bicicletta #VeloLove. Restate in ascolto!


Non solo cicloaperitivi…

Ciclamino Conversano

Sabato 29 Marzo l’Associazione Ciclammino #Salvaiciclisti di Conversano (Ba) organizza una visita guidata in bicicletta alla “Casa in Paglia” sita nei pressi della Torre di Castiglione a Conversano.

Leghiamo questo evento sia alla giornata mondiale 60+ EARTH HOUR del W.W.F. sia alla raccolta dei fondi necessari alla costituzione del nuovo soggetto federativo proposto il 9 febbraio a Bologna. L’evento sarà anche un’occasione per chiedere ai ciclisti di effettuare una votazione tra l’elenco delle 60 proposte per la scelta del nome della nuova associazione.

Il raduno è alle ore 8,30 e la partenza ore 9,00 dalla stazione Ferrovie Sud-Est di Conversano.


I cicloaperitivi e la scelta del nome

All’assemblea di Bologna del 9 febbraio scorso avevamo chiesto ai gruppi locali #salvaiciclisti di organizzare per il 28 marzo un cicloaperitivo in ogni città ed altri momenti di incontro per raccogliere le sottoscrizioni necessarie alla costituzione del nuovo soggetto federativo. Successivamente abbiamo proposto di includere nelle iniziative del 28 marzo un ulteriore passaggio per la scelta del nome della nuova associazione. Il 20 marzo abbiamo chiuso il concorso di idee raccogliendo svariate decine di proposte. Abbiamo dovuto effettuare una scrematura per via della presenza di molti doppioni ma questo è l’elenco delle 60 proposte rimaste. A questo punto chiediamo ai gruppi locali di organizzarsi autonomamente nell’ambito del cicloaperitivo o in momenti assembleari e di effettuare una votazione tra tutti i nomi indicati. Entro il 30 marzo raccoglieremo i risultati ed i tre nomi più votati verrano sottoposti ad un referendum online che permetterà a tutti gli attivisti e i simpatizzanti di scegliere un solo nome. Questo è il percorso che abbiamo immaginato e ci auguriamo che sia il modo migliore per arrivare ad un buon risultato.

Preghiamo tutti i gruppi locali di segnalarci gli appuntamenti che stanno organizzando in modo da poterli pubblicare sul sito e sugli altri canali di informazione #salvaiciclisti. Entro il 30 marzo inviateci all’indirizzo info@salvaiciclisti.it i risultati delle votazioni effettuate e noi pubblicheremo sul sito i tre nomi che avranno ottenuto il maggior consenso.


#salvaiciclisti e l’associazione che verrà…

L’associazione che nascerà parte da un processo di condivisione assembleare nel quale alcuni attivisti #salvaiciclisti hanno immaginato un nuovo percorso di strutturazione. L’obbiettivo è quello di dare voce alle istanze che nei territori si battono per avere città meno congestionate dal traffico motorizzato, restituendo gli spazi urbani alle persone, mettendo al centro la questione della mobilità. Un’associazione che costituisca le proprie fondamenta sulla partecipazione, sull’attivismo, che si rappresenti in maniera democratica e che offra ai gruppi locali servizi concreti per dare forza e rilievo alle proprie battaglie sul territorio.

Il movimento finora ha agito principalmente tramite la mobilitazione, sia fisica che mediatica, e ha dimostrato una forza finora sconosciuta nelle rivendicazioni sul tema della mobilità, sollevando un dibattito e una coscienza nuova. Tramite la coordinazione e il passaparola, piccolissimi gruppi sono riusciti a dare dignità e ad avere risposte alle proprie richieste, sono nate iniziative di coinvolgimento di grande portata e le buone pratiche hanno trovato grande diffusione anche in piccoli centri.

Durante l’assemblea di Bologna ci siamo chiesti a quali necessità dovrebbe rispondere una realtà nuova, che potrebbe lavorare a supportare l’esistente senza sovrapposizioni.

 

Ecco cosa vorremmo:

1 – Supporto di comunicazione a livello nazionale e locale, finalizzata a campagne sia verso l’esterno che ad uso interno disponibile per tutti i gruppi associati.

2 – Archivio dati a livello nazionale e scalabile a livello locale di carattere tecnico (es. Urbanistici, legali, etc) e su finanziamenti nazionali/europei per suggerire progetti alle amministrazioni per interventi di mobilità nuova.

3 – Supporto nell’organizzazione di eventi di carattere nazionale e locale, associati a campagne comunicative.

4 – Creazione di un portale con archivio delle esperienze, servizi, iniziative, GPS, mappe, etc per condividere procedure, azioni, segnalare criticità e favorire l’aiuto reciproco.

5 – Supporto legale per le iniziative dei gruppi locali e per gli utenti di mobilità nuova.

6 – Ufficio fund raising per supportare le attività dell’associazione

7 – Incontri annuali per condivisione delle esperienze e incontri periodici mirati alla formazione tecnica.

Pedaliamo il cambiamento!