Alemanno, tante promesse. Ma i fatti?

EDIT 04/07: L’evidente errore è stato prontamente corretto dall’amministrazione capitolina che rapidamente tornando sui suoi passi ha aggiornato la sua posizione concedendo (sospiratamente) l’autorizzazione all’inaugurazione per il giorno 7/7/2012 Sabato dalle ore 20.00 alle ore 22.

Il movimento #salvaiciclisti con la presente è costretto a comunicare con enorme disappunto che, a soli due giorni dall’evento di inaugurazione di “Bike Square”, previsto questa sera 2/7/2012 alle ore 20,00 in piazza S.Silvestro, gli uffici di Roma Capitale hanno ritirato l’autorizzazione precedentemente accordata.

L’evento, che doveva consistere nell’inaugurazione ufficiale della piazza come luogo di incontro per i ciclisti romani e non solo, era stato precedentemente autorizzato a seguito dell’espletamento delle procedure di richiesta agli uffici competenti.

L’uso della piazza, recentemente restaurata e nelle ultime settimane utilizzata anche per la visione di alcune partite della Nazionale, è stato negato in quanto l’evento confliggerebbe con la pedonalità dell’area.

Si precisa che la piazza, come da cartello segnaletico, è pedonale ma non interdetta alla circolazione di mezzi non a motore e non inquinanti come le biciclette, e che in ogni caso l’incontro dei “cittadini” in bicicletta si sarebbe svolto con le bici condotte a mano.

Meraviglia la totale indifferenza dell’amministrazione comunale ai temi della sostenibilità ambientale e l’ostilità alla richiesta d’uso della piazza per un evento spontaneo volto a promuovere la diffusione di buone pratiche per la mobilità sostenibile, peggiorate da una pervicace burocrazia applicata in taluni casi e non in altri a questa piazza ormai diventata per consuetudine luogo d’incontro dei ciclisti urbani.

Comunicazione di servizio: rammentiamo a tutti/e che viste le elevate temperature raggiunte nella giornata di oggi nella città di Roma (oltre i 35°) è vivamente consigliata l’assuzione di bevande fresche o gelati. Sono presenti numerosi e deliziosi bar nella zone attorno a San Silvestro che vi consigliamo di visitare per ammirare l’ottimo lavoro fatto per il suo restaruro.


avatar Doc

Niente oh, è più forte di loro… sempre i bastoni tra le ruote: forse hanno paura che si presentino altre 50000 persone! Allemà mortacci tua e di chi t’ha votato!

avatar salvaiciclisti.arezzo

non comprendo questo tipo di PROIBIZIONE, in attesa di conoscere meglio i fatti, annuncio formalmente che ad arezzo il prossimo 18 luglio nello splendore di Piazza Grande io pedalerò, non competitivo ovviamente, per 67 minuti intorno alla piazza per onorare il compleanno di NELSON MANDELA, infatti il 18 luglio le Nazioni Unite hanno dichiarato la data MANDELA INTERNATIONAL DAY, ed io aderisco molto volentieri. 67 minuti per onorare i 67 anni di lotta di Nelson Mandela

Piazza Grande è zona pedonale ma da sempre mi ha visto pedalare nel rispetto del luogo e dei pedoni, comunicherò al Comune la mia presenza ma SENZA richiedere alcun permesso, è dal 1988 che Nelson Mandela attende di ricevere la sua cittadinanza onoraria e durante la mia presenza dalle ore 18.00 alle 19.07 raccoglierò fondi per potere offrire tramite la Caritas di Arezzo il cibo per un giorno a 67 famiglie bisognose della Città di Arezzo.

scusate se al momento non posso seguirvi molto e darvi ancora più informazioni e chiarimenti ma purtroppo sto scrivendo queste mie due righe dall’ospedale dove mi trovo per accertamenie medici, tutto a posto ma li devo fare, e ancora purtroppo, ho ricoverato anche la mia amata mamma per cui di tempo ne ho veramente poco, ma state certi che da giovedì, dopo la mia piccola operazione ai denti di mercoledì, sarò completamente a disposizione, ciao a tutti, INVIDIO VERAMENTE chi sarà questa sera a BIKE SQUARE a Roma, buon divertimento a tutti…a presto

avatar tulliob

Quella dell’amministrazione più che una motivazione mi sembra una scusa, un pretesto. Nell’attuale formulazione dell’articolo 3 del Codice della strada (quello sulle definizioni) l’area pedonale è definita come una “zona interdetta alla circolazione dei veicoli, salvo quelli in servizio di emergenza, i velocipedi e i veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie…”. In passato avevamo fatto una battaglia proprio per ottenere il principio per il quale, di norma, le aree pedonali non possono essere precluse alle bici. Solo in situazioni specifiche è data facoltà alle amministrazioni locali di decidere l’introduzione di ulteriori limitazioni (ma diventa l’eccezione e non la regola). In ogni caso non avevo dubbi sulla scarsa sensibilità della giunta Alemanno…

Tullio Berlenghi

Your email address will not be published.