#salvaiciclisti e l’associazione che verrà…

L’associazione che nascerà parte da un processo di condivisione assembleare nel quale alcuni attivisti #salvaiciclisti hanno immaginato un nuovo percorso di strutturazione. L’obbiettivo è quello di dare voce alle istanze che nei territori si battono per avere città meno congestionate dal traffico motorizzato, restituendo gli spazi urbani alle persone, mettendo al centro la questione della mobilità. Un’associazione che costituisca le proprie fondamenta sulla partecipazione, sull’attivismo, che si rappresenti in maniera democratica e che offra ai gruppi locali servizi concreti per dare forza e rilievo alle proprie battaglie sul territorio.

Il movimento finora ha agito principalmente tramite la mobilitazione, sia fisica che mediatica, e ha dimostrato una forza finora sconosciuta nelle rivendicazioni sul tema della mobilità, sollevando un dibattito e una coscienza nuova. Tramite la coordinazione e il passaparola, piccolissimi gruppi sono riusciti a dare dignità e ad avere risposte alle proprie richieste, sono nate iniziative di coinvolgimento di grande portata e le buone pratiche hanno trovato grande diffusione anche in piccoli centri.

Durante l’assemblea di Bologna ci siamo chiesti a quali necessità dovrebbe rispondere una realtà nuova, che potrebbe lavorare a supportare l’esistente senza sovrapposizioni.

 

Ecco cosa vorremmo:

1 – Supporto di comunicazione a livello nazionale e locale, finalizzata a campagne sia verso l’esterno che ad uso interno disponibile per tutti i gruppi associati.

2 – Archivio dati a livello nazionale e scalabile a livello locale di carattere tecnico (es. Urbanistici, legali, etc) e su finanziamenti nazionali/europei per suggerire progetti alle amministrazioni per interventi di mobilità nuova.

3 – Supporto nell’organizzazione di eventi di carattere nazionale e locale, associati a campagne comunicative.

4 – Creazione di un portale con archivio delle esperienze, servizi, iniziative, GPS, mappe, etc per condividere procedure, azioni, segnalare criticità e favorire l’aiuto reciproco.

5 – Supporto legale per le iniziative dei gruppi locali e per gli utenti di mobilità nuova.

6 – Ufficio fund raising per supportare le attività dell’associazione

7 – Incontri annuali per condivisione delle esperienze e incontri periodici mirati alla formazione tecnica.

Pedaliamo il cambiamento!

 


Your email address will not be published.